Close
Cos’è, per me, il ritiro spirituale?

31 Mar 2019

Cos’è, per me, il ritiro spirituale?

Giovedì 21 Marzo noi alunni della classe seconda abbiamo svolto il ritiro spirituale quaresimale con don Marco.

Che cos’è il ritiro spirituale? Beh, questa è una domanda che molti ragazzi e ragazze di prima media fanno a noi di seconda e di terza; il ritiro spirituale per me è un momento in cui, giocando e confrontandoti con gli altri, capisci se stai sbagliando qualcosa nella tua vita e cominci a riflettere su come sistemare questi errori.     

Come si svolge il ritiro spirituale? Alla fine della ricreazione lunga siamo andati in classe per prendere il necessario: una penna e il quaderno di religione. In seguito ci siamo riuniti in sala Don Bosco, una piccola stanza in cui erano già state predisposte le sedie a cerchio; ci siamo seduti e don Marco ci ha detto che, per iniziare, avremmo fatto un gioco, in cui saremmo stati divisi in gruppi e avremmo avuto del materiale con cui avremmo dovuto fare delle figure di carta, come triangoli, trapezi, rettangoli e quadrati. Ogni figura valeva dei punti. Tuttavia, nel materiale in dotazione di ciascun gruppo mancavano alcuni strumenti fondamentali, come righelli, forbici, carta e matite. Quando ce ne siamo accorti, ci siamo messi a litigare e a protestare contro il don, perché, secondo noi, aveva organizzato male il gioco; ma alla fine dell’attività lui ci ha rivelato che lo scopo era proprio quello di insegnarci a condividere gli oggetti che ogni gruppo possedeva.

Finito il gioco abbiamo fatto un momento di preghiera: il don ci ha letto un brano del Vangelo e poi ci ha consegnato tre biglietti a testa su cui erano riportate delle qualità e noi li abbiamo barattati con i nostri compagni in cambio di quelli che ci rappresentavano di più. Poi il don, dopo aver terminato la lettura, ha distribuito per terra in ordine sparso dei biglietti con sopra scritto dei difetti. Noi a turno abbiamo scelto quello che ci caratterizzava di più. 

In seguito siamo andati fuori per fare la ricreazione; il don aveva preparato la merenda da mangiare tutti insieme. Finita la ricreazione, siamo andati in teatro, dove ci siamo seduti dove volevamo, però distanti dai propri amici per concederci un momento di riflessione personale. Quando tutti hanno finito, siamo andati a ricreazione e noi della classe 2^ abbiamo deciso di fare una partita a nascondino tutti insieme. Dopo una ventina di minuti don Marco è venuto a chiamarci per la messa a cui abbiamo partecipato insieme ai genitori. Alla fine, abbiamo cenato insieme tutti quanti nella mensa dell’istituto, dove insieme ai genitori abbiamo anche fatto un karaoke, maschi vs femmine, e altri due giochi: nel primo bisognava imitare un autolavaggio, nell’altro bisognava ricavare una storia da alcune immagini.

Perchè mi piacciono i ritiri spirituali? Questo ritiro è stato molto divertente, ma soprattutto mi ha fatto riflettere su quali sono le mie qualità positive e anche i miei piccoli difetti. 

                                                                                                                                     Battaglia Martina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.